Economia circolare, Italia al vertice in Europa

20 settembre – C’è un primato di cui andare fieri. È quello nel campo della sostenibilità e dell’economia circolare che vede ancora una volta il nostro Paese in cima in Europa. A riconoscerlo è stata di recente l’organizzazione Circular Economy Network che ha stilato una classifica dei Paesi europei più virtuosi. Dopo l’Italia figurano a distanza il Regno Unito, la Germania, la Francia e la Spagna. Un risultato senza dubbio ottimo che però non deve far perdere di vista il fatto che gli altri Paesi stanno avanzato, alcuni addirittura correndo verso l’economia circolare mentre il Bel Paese cresce ad un tasso contenuto. Una criticità che può essere superata grazie ad una rinnovata collaborazione tra istituzioni, aziende e cittadini per promuovere le migliori pratiche sostenibili e di recupero fornendo così nuovo slancio…

Leggi tutto

La sostenibilità in passerella alla Milano Fashion Week

È iniziata la Milano Fashion Week, la sette giorni milanese dedicata alla moda e al fashion che quest’anno mette al centro l’ambiente e la sostenibilità. La manifestazione, infatti, è sempre più orientata alla mobilità eco-friendly, al plastic free e all’uso anti-spreco delle location. Proprio per questo, lo Spazio Cavallerizze, scelto anche per quest’anno come Fashion Hub della settimana, è stato allestito con arredi riciclati e luci a basso consumo. L’obiettivo della manifestazione è di porre le basi per immaginare l’intero mondo della moda sempre più rispettosa dell’ambiente e delle condizioni dei lavoratori. L’appuntamento principale in questo senso è previsto per il 22 settembre al Teatro della Scala, con la terza edizione dei Green Carpet Fashion Awards Italia: un premio per celebrare l’impegno del mondo della moda nei confronti dell’ambiente.

A lezione di ambiente a scuola

16 settembre -Cosa studi oggi? La risposta di un bambino italiano potrà essere a breve: “ambiente”. Già perché da quest’anno scolastico è stata introdotto l’insegnamento della sostenibilità ambientale nel programma. Un passo avanti nella sensibilizzazione dei giovani che saranno futuri cittadini chiamati a confrontarsi con l’emergenza del cambiamento climatico e dell’inquinamento diffuso. Problemi che si stanno aggravando su scala mondiale e che richiedono un intervento urgente per garantire a tutti un futuro vivibile. Dai giovani infatti è necessario partire per promuovere i valori del rispetto della natura e dell’ecosistema, che in fondo coincide con il rispetto di noi stessi.

Venezia 76: il Green Drop Award a J’accuse di Polanski

12 settembre – Per l’ottavo anno consecutivo la sostenibilità è protagonista del Festival del cinema di Venezia grazie al Green Drop Award, il premio che Green Cross Italia, ONG internazionale, assegna al film in gara che meglio interpreta i valori dello sviluppo sostenibile, dell’ecologia e della cooperazione fra popoli. Vincitore dell’edizione 2019 è il film di Roman Polanski J’accuse dedicato al caso Dreyfus, un ufficiale dell’esercito francese che viene pubblicamente degradato e condannato all’ergastolo perché accusato di aver agito come spia per la Germania. Il film ha convinto la giuria perché, oggi più che mai, risulta fondamentale denunciare i cambiamenti climatici e ogni forma di ingiustizia. La goccia di vetro di Murano soffiato dal maestro Simone Cenedese, è stato consegnato da Stefania Sandrelli, presidente della giuria di questa edizione, al produttore…

Leggi tutto

Il progetto green di Milano 2030

9 settembre – ForestaMi è il progetto del comune di Milano per piantare, entro il 2030, 3 milioni di nuovi alberi in città. La prima fase del progetto ha coinvolto stakeholder locali, istituzioni e privati per stilare un documento guida per il futuro ambientalista di Milano. Da una prima mappatura si contano, ad oggi, circa 500 mila alberi nel milanese e 5 milioni nel territorio circostante, raggiungere il traguardo prefissato nel 2030 comporterà un aumento del verde del +50%. Il punto di partenza è sicuramente la realizzazione di un grande parco urbano, il Pgt ha infatti tolto diritti edificatori sull’area a confine con il parco sud. Il territorio dell’hinterland milanese gioca un ruolo chiave nel progetto, l’Abbiatese è stato infatti selezionata come area test per la trasformazione di parcheggi e stazioni.…

Leggi tutto

Sergio Costa confermato al Ministero dell’Ambiente

5 settembre – Confermato nella nuova squadra di governo Sergio Costa al Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare. Classe 1959, napoletano, Sergio Costa si è laureato in Scienze Agrarie con master in Diritto dell’Ambiente. È stato inoltre comandante del Corpo forestale dello Stato in Campania guidando l’indagine sui rifiuti tossici nella Terra dei Fuochi. Durante il suo primo mandato, Costa ha chiarito immediatamente che l’ambiente sarebbe “uscito dall’angolo” elencando le tante sfide da affrontare: dal cambiamento climatico alla lotta alle ecomafie, dall’economia circolare alla lotta all’inquinamento della plastica. È per questa ragione che il Ministro ha voluto dare il buon esempio lanciando la campagna #plasticfree che ha liberato il ministero di via Cristoforo Colombo dalla plastica monouso. Tra le battaglie sostenute dall’inizio dell’incarico ricordiamo quella per disincentivare…

Leggi tutto

Il Pianeta è sempre più in affanno, a noi il compito di proteggerlo

4 settembre – Come possiamo aiutare il nostro Pianeta? La risposta arriva dal sito The Conversation, un’associazione che utilizza contenuti provenienti da accademici e ricercatori, che ha stilato una lista di 5 percorsi, individuali e collettivi, per tradurre la sostenibilità in concrete azioni a partire dall’analisi di 320 articoli che parlano dei comportamenti sociali dei consumatori. La prima regola è quella di compiere azioni sostenibili per influenzare il comportamento delle persone che ci stanno intorno. È infatti dimostrato che, in quanto animali sociali, abbiamo la propensione nel seguire le azioni degli altri che ci appaiono corrette. In secondo luogo bisogna costruire nuove abitudini sostenibili, lasciando per strada quelle cattive. Non sempre questo passaggio risulta facile, tanto che i ricercatori suggeriscono di applicare delle sanzioni anziché premiare comportamenti positivi. Altro percorso da…

Leggi tutto

New York si tinge di verde

2 settembre – In Italia esistono già da tempo i tetti verdi o giardini verticali, ma la Grande Mela si è impegnata con una legge a dare un nuovo volto alla città e far fronte alla crisi climatica. Il New Green Deal è un provvedimento del Climate mobilization Act che renderà la Grande mela ancora più green e sostenibile. Il provvedimento prevede per tutti i nuovi edifici in costruzione e ristrutturazione tetti ricoperti da piante e dotati di impianti a pannelli solari e turbine eoliche. Nel provvedimento si fa riferimento anche un limite di emissioni per alcuni tipi di edifici e l’obbligo di incorporare misure di risparmio energetico per l’efficienza degli impianti di riscaldamento, si stima una riduzione delle emissioni dell’80% entro il 2050. I tetti verdi inoltre migliorano l’isolamento termico…

Leggi tutto

Attraversare l’Atlantico a emissioni zero

29 agosto – Dopo 14 giorni di navigazione Greta Thunberg è sbarcata in America nel porto di New York. L’imbarcazione ha lasciato il porto di Plymouth (Regno Unito) il 13 agosto scorso per intraprendere una traversata sostenibile e consentire alla giovane svedese di partecipare al Climate action summit a New York dell’Onu che si terrà il prossimo 23 ottobre e alla Cop 25 a Santiago del Cile che è in programma il prossimo dicembre. Thunberg e i suoi famigliari da oltre un anno non usano più l’aereo, ma solo treni e mezzi di trasporto a basse emissioni di CO2 e hanno raggiunto l’America a bordo di una barca a vela. Greta ha viaggiato a emissioni zero per 3mila miglia nautiche a bordo del Malizia II, uno yacht a vela da regata…

Leggi tutto

Un motore di ricerca per contrastare l’incendio dell’Amazzonia

26 agosto – Mentre l’Amazzonia continua a bruciare, negli ultimi giorni si sta assistendo ad una mobilitazione social da parte della popolazione e non solo. Cantanti, stilisti, enti benefici stanno facendo sentire la propria voce, assumendo una posizione netta e chiara sulla necessità di proteggere il polmone verde del mondo dilaniato dalle fiamme. In risposta all’incendio che sta poco a poco devastando l’Amazzonia, un motore di ricerca ecosostenibile ha deciso di piantare un milione di nuovi alberi per tentare di ripristinare parte del verde andato perduto. Il motore di ricerca è nato in Germania ed è stato lanciato il 7 dicembre 2009, in concomitanza della conferenza ONU sui cambiamenti climatici di Copenhagen, in collaborazione con Yahoo e Wwf. Come con tutti i motori di ricerca, gli introiti della società derivano dagli…

Leggi tutto

Non sei registrato?? Crea un account


Log in

Password dimenticata?

Already registered? Log in


Register

Password dimenticata?

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com