Efficienza energetica 2020: l’Italia riduce consumi più della media europea

Obiettivo dell’Unione Europea per il 2020, rispetto al consumo energetico dei Paesi membri, è di ridurre il consumo interno del 20% raggiungendo un consumo di energia primaria – la domanda totale di energia di un Paese – non superiore a 1.483 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep) e un consumo finale di energia – l’energia effettivamente consumata dagli utilizzatori finali – non superiore a 1.086 Mtep.

Dal rapporto Eurostat sull’efficienza energetica del 2016, si evidenzia come dal 1990 la distanza dall’obiettivo dei consumi energetici abbia subito importanti variazioni: il 2006 è stato l’anno in cui si è registrata una maggiore lontananza dall’obiettivo fissato per il 2020 con un livello di consumo di 1.723 Mtep (16,2% in più), mentre il consumo minimo è stato registrato nel 2014 con 1.509 Mtep, pari all’1,7% in più. Negli ultimi anni l’Europa si è di nuovo allontanata dall’obiettivo del 2020: nel 2016 è stato registrato un consumo di energia primaria pari a 1.543 Mtep (4% in più) e un consumo di energia finale del + 2%.

In questo quadro una posizione di eccellenza è stata raggiunta dal nostro Paese che ha registrato, tra il 2006 e il 2016, una riduzione dei consumi energetici pari al 17,8%: percentuale che va oltre la media europea del 10,8%, arrivando a registrare livelli addirittura più bassi di quelli toccati nel 1996.

Archivio News

Non sei registrato?? Crea un account


Log in

Password dimenticata?

Already registered? Log in


Register

Password dimenticata?

PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com